Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Santa Maria dell’Aquila

110
2

La Chiesa di Santa Maria dell’Aquila è un caratteristico esempio delle chiese parrocchiali del mudéjar sivigliano del XIII-XIV secolo.

È a tre navate, di cui spicca quella centrale, con una testata allungata con contrafforti all'esterno e portale sporgente con arco ogivale. Nella testata della navata sud è conservato un interessante affresco raffigurante Santiago e San Matteo, patrono della città, opera di carattere gotico databile tra il XIV e XV secolo. Altrettanto singolari sono la collocazione del campanile, separato dall'edificio, e il fleur de lis intagliato sulla testata della chiesa.

Tra il XVIII e XIX secolo l'edificio sperimenta un'intensa ristrutturazione, fase alla quale apparterrebbe il portale meridionale, in stile neoclassico. Dopo il colpo di stato del 1936 e la successiva insurrezione popolare, la Chiesa fu incendiata, perdendo completamente le coperture. Un altro restauro ebbe luogo negli anni ’40 ad opera dell'architetto Félix Hernández, il quale intervenne anche sulla torre, conferendole l’attuale aspetto "mudéjar".

La Chiesa conserva al suo interno l'immagine di Santa Maria del dell’Aquila, patrona della città e oggetto di una singolare processione che si svolge il 15 agosto.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.