Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Parrocchia dei Sacri Cuori

104
0

Questa chiesa appartenne a un convento francescano. Fu costruita nella prima metà del XVII secolo e fu oggetto di varie ristrutturazioni in epoche successive, arrivando ai giorni nostri ampiamente trasformata.

Con pianta a croce latina, distribuita in quattro sezioni, presenta una crociera e una Cappella Maggiore a pianta quadrata. Le coperture sono realizzate con volte a botte con archi diatoni e lunette, ad eccezione della crociera, coperta da volta emisferica su pennacchi decorati con motivi vegetali, che incorniciano stemmi nobiliari. Il portale, architravato, si trova sulla facciata nella parte anteriore della chiesa, essendovi annessa una torre con un campanile sormontato da una guglia piramidale.

Spicca la pala d'altare dei Santi Giovanni (S. Giovanni Battista e S. Giovanni Evangelista) originariamente realizzata per la chiesa di San Giovanni della Palma a Siviglia. Il progetto della pala d'altare fu commissionato a Miguel Cano nel 1634, un progettista e assemblatore di pale d'altare; le sculture al figlio Alonso Cano e i dipinti al pittore della Scuola Sivigliana Juan del Castillo (1590-1657). Completata nel 1638, è, quindi, una delle pale d'altare più significative del sivigliano.

Nella pala d'altare si osservano cinque grandi dipinti: tre dedicati a San Giovanni Battista e due a San Giovanni Evangelista. Nella cappella centrale si venerava un'immagine di San Giovanni Battista, realizzata da Alonso Cano, che, attualmente, si trova nella Collezione Güel, a Barcellona. Nel 1710 questa pala d'altare fu trasferita nella chiesa del convento di San Giovanni, a San Juan de Aznalfarache. Nella parte superiore della pala d'altare si trova un Crocifisso del XVI secolo, dai tratti nordici, che probabilmente faceva parte di un Calvario.
 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.