Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Teatro Lope de Vega

484
0

Nell’Avenida de María Luisa troviamo questo teatro la cui costruzione risale al 1929, anno dell'Esposizione Iberoamericana di Siviglia. In questa occasione, fu deciso di costruire quello che sarebbe diventato noto come il Padiglione di Siviglia e che era composto da due elementi che si articolavano contemporaneamente: il Casinò e il Teatro delle Esposizioni. La parte della grande sala con la cupola corrisponde a quello che era il Casinò dell'Esposizione Iberoamericana di Siviglia e oggi è utilizzata come ingresso d'onore del teatro.

Il suo architetto Vicente Traver costruì la principale area ricreativa dell'Esposizione Iberoamericana, cioè il teatro, che copriva un'area di 4600 m² e arrivava a ospitare 1.100 spettatori.

Il 28 ottobre 1929, il teatro ricevette la visita dei monarchi spagnoli, Alfonso XIII e Victoria Eugenia, che assistettero all’operetta intitolata El huésped del sevillano. Di quel periodo è anche la commedia dei fratelli Álvarez Quintero, Los duendes de Sevilla.

Dall’architettura neobarocca, l'edificio è fedele a questo stile sia nel suo insieme che nei suoi ornamenti: poltrone, platea, palco, anfiteatro e loggione, donano una spettacolare bellezza al teatro.

L'11 aprile 1936 divenne Teatro Comunale Lope de Vega, lasciando alle spalle il suo vecchio nome di Teatro de la Exposición.

Dal 1960 in poi, il teatro acquisirà una certa importanza grazie alla spinta di compagnie indipendenti come "Gorca Pequeño Teatro", "Tabanque", ecc. Il teatro fu ceduto (fino al 1985) al Ministero della Cultura e ritrovò nuovamente un grande impulso, diventando il Teatro Nazionale di Siviglia Lope de Vega (1977).

Quando il Teatro tornò al Comune di Siviglia (1985), si vide la necessità di attuare una profonda ristrutturazione i cui lavori furono diretti dall'architetto sivigliano Don Víctor Pérez Escolano.

Una volta completata la riforma, il 21 febbraio 1988 il teatro viene riaperto e attualmente offre un programma molto vario, tra cui possiamo trovare opere teatrali, concerti di musica classica o antica (il più prestigioso Festival di Musica Antica della Spagna), jazz, new age, flamenco, copla... Con più di 180 spettacoli a stagione e oltre 100.000 spettatori all'anno, oggi è uno degli spazi culturali più rappresentativi della città di Siviglia. 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.