La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Lebrija

2858
3

Lebrjia, luce nella maremma del Basso Guadalquivir

Lebrija è uno dei luoghi più emblematici del Basso Guadalquivir. Una cittadina tra maremme, vigneti e botteghe di vasai, che si erge altezzosa alla frontiera con la provincia gaditana. La sua storia romana e medioevale è impressa su tutto il suo patrimonio artistico. Scoprirai la antica Nabrissa passeggiando per le sue vie, in cui chiese e “casonas” si fondono con altri edifici di interessante architettura popolare. Nel suo bel paesaggio, vedrai stagliarsi all’orizzonte una piccola torre: la Giraldilla. Così chiamata per la sua somiglianza con la leggendaria torre sivigliana. 

Terra di vasai e di grandi artisti, in cui il flamenco è uno dei grandi segni identitari. Qui nacquero il cantaor Juan Peña, ‘El Lebrijano’ e il pianista David Peña, ‘Dorantes’, grazie ai quali il paese gode di fama internazionale. In estate si svolge La Caracolá Lebrijana, un festival flamenco di grande importanza in Andalusia, con oltre 40 anni di storia. 

Un’altra ricchezza di Lebrija è la sua gastronomia. Prova i piatti tradizionali, come le fave bollite (“habas corchas”), le lumache o “l’aglio rifritto”. Saranno ancor più buoni se abbinati ad un bicchiere di vino della cantina locale, l’unica con Denominazione d’Origine della provincia di Siviglia. 

Vivi le sue feste, scopri la sua storia e immergiti nella sua arte. Lebrija, dove la Giraldilla svetta orgogliosa nella luce della maremma. 


Come arrivare

Per arrivare a Lebrija in auto da Siviglia devi prendere la AP-4 in direzione Cadice. All’altezza di Las Cabezas de San Juan prendi l’uscita 44 e immettiti nella A-471 fino a giungere a destinazione. 

Se vai in treno, la linea di treni a breve percorrenza (cercanías) di Siviglia C1 prevede, nell’arco della giornata, fermate a Las Cabezas de San Juan e Lebrija. Se invece viaggi in autobus, l’impresa Los Amarillos è quella incaricata di mettere a disposizione questo mezzo dalla Stazione del Prado de San Sebastián nel capoluogo. 


Come muoversi

Visitare Lebrija camminando per il centro storico è l’alternativa migliore se vuoi conoscerla a fondo. Ad ogni modo, questa località dispone di autobus urbano per muoverti comodamente. Hai anche a tua disposizione il servizio di taxi. 


Perché visitarla

  • Lasciati stupire dalla vista di Lebrija dalla Giraldilla, la torre della Chiesa di Santa Maria della Oliva, edificio dichiarato Bene di Interesse Culturale.
  • Senti il flamenco in questa terra di artisti in uno dei suoi bar o nella peña flamenca ‘Pepe Montaraz’. 
  • Vivi l’animazione per le strade durante la festa delle Croci di Maggio. Impara a ballare ‘las corraleras’ in questo evento dichiarato di Interesse Turistico dell’Andalusia.
  • Apprendi la tradizione dei vasai del paese nella bottega di Juan Sebastián López o nella cooperativa Ceramica Artistica Lebrijana
  • Non dimenticarti di provare le lumache alla lebrijana o le fave bollite (“las habas corchas”), piatti tradizionali di Lebrija. 
  • Visita la cantina locale González Palacios e scopri perché il loro vino è l’unico con Denominazione d’Origine della provincia di Siviglia. 
  • Se hai voglia di dolce, prova “las coronillas” o “los rebaños” fatti dalle suore del Convento della Purissima Concezione.
  • Vivi, a settembre, la Fiera in onore della Madonna del Castello, un’altra festa grande di Lebrija. 
  • Percorri a cavallo il suo paraggio naturale mentre contempli la bellezza delle Maremme del Guadalquivir e del Complesso Endorreico Lebrija-Las Cabezas.


Cosa visitare

Il patrimonio storico di Lebrija ti trasporterà in una miscela di epoche e stili propri delle varie culture che popolarono questa località. Ti sorprenderà la torre comunemente nota come la Giraldilla, per la sua somiglianza a quella della cattedrale sivigliana. Le sue fondamenta furono erette su una antica mezquita, dove, attualmente, sorge la Chiesa di Santa Maria della Oliva. Questo tempio conserva ancora il Patio degli Aranci e ospita, al suo interno, un interessante Museo di Arte Sacra

Di fronte a questa chiesa c’è la Cella del Capitolo, un edificio restaurato attuale sede della Casa della Cultura. Voltato l’angolo, puoi entrare nella Casa della Gioventù per contemplare i resti della città romana di Nabrissa. Ora raccogli le forze e preparati a salire fin sulla parte più alta del paese, dove potrai osservare le vestigia del Castello di Lebrija e, continuando a camminare, ti imbatterai nell’eremo della patrona di questa località. 

Torna la Giraldilla.  A soli due minuti, resterai sorpreso dal Vicolo delle Monache, l’angolo più pittoresco del paese. Decorato con fioriere e attraversato da archi, si trova su un lato del Convento della Purissima Concezione. Approfitta e prova las coronillas e los rebaños, entrambi dolci tipici elaborati dalle monache del luogo.

Dopo esserti scattato una foto in questo bel vicoletto, recati in Plaza de España. In essa si erge il monumento all’oriundo Elio Antonio de Nebrija, autore del primo libro di Grammatica Spagnola. Prosegui per Calle Corredera ed entra nella Parrocchia di Santa Maria di Gesù, un altro gioiello del patrimonio municipale.  Se hai bisogno di riposare, fai un ultimo sforzo e Sali fino al Belvedere della Peña. Non te ne pentirai. Godrai di un panorama indimenticabile di Lebrija mentre ti prendi un respiro.

Dopo la sosta, continua a scoprire i monumenti e le cappelle di questa bella località. Non dimenticarti di assaporarne la gustosa gastronomia. Puoi concludere la visita nella cantina locale, degustando il loro vino Denominazione d’Origine. Infine, realizza qualche attività all’aria aperta, come il trekking, passeggiate a cavallo o in bicicletta nel paraggio naturale del Complesso Endorreico di Lebrija-Las Cabezas.


Luoghi da visitare

  1. Cappella della Vera Croce
  2. Cappella di Nostra Signora dell’Aurora e Cappella di Betlemme
  3. Eremo di San Benito
  4. Eremo Nostra Signora del Castello e resti del Castello
  5. Chiesa Nostra Signora della Oliva, torre “La Giraldilla” e Museo Parrocchiale
  6. Chiesa di San Francesco
  7. Convento della Purissima Concezione
  8. Vicolo “delle Monache”. 
  9. Cella del Capitolo, attuale Casa della Cultura
  10. L’Ospedale della Misericordia
  11. Cappella della Trinità
  12. Ricovero di Sant’Andrea
  13. Municipio
  14. Cappella di Betlemme
  15. Mercati Generali
  16. Chiesa di Santa Maria di Gesù
  17. Riserva Naturale Complesso Endorreico di Lebrija-Las Cabezas
  18. Plaza de España, con monumento a Elio Antonio de Nebrija
  19. Statua della Madonna dei Miracoli
  20. Resti archeologici Casa della Gioventù


Ambiente circostante

Lebrija si trova a 76chilometri da Siviglia, incastonata nelle maremme della regione del Basso Guadalquivir. Il suo territorio comunale fa parte della Riserva Naturale Complesso Endorreico Lebrija-Las Cabezas, Spazio Protetto. Inoltre, il suo paesaggio è composto da tre mezzi fisici diversi: quello delle Maremme, quello di La Campiña e quello del Monte, poiché si trova nei primi contrafforti della Sierra Sud.

Territorio
Guadalquivir-Doñana
Estensione
375.20 Km²
Altitudine
31.00 m
Nº abitanti
27.432
Download

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.