La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Sierra Sud

1685
0

Vieni a conoscere il territorio sivigliano al confine tra le province di Cadice e Malaga. Nella Sierra Sud godrai di un paesaggio unico, nel quale si trova la vetta più alta della provincia di Siviglia, El Terril, e potrai scegliere tra un’ampia offerta di agriturismi in ciascuno dei suoi paesi. 

I 19 comuni che conformano il territorio della Sierra Sud sivigliana sono località che, nel corso della storia, hanno fatto da baluardo difensivo alla capitale andalusa. Tra questi, Morón de la Frontera, che come indica il suo nome, ha giocato un ruolo principale nelle guerre tra mori e cristiani. Risalente a quest’epoca, Morón conserva ancora le mura del castello medievale, che insieme ai resti del Castello del Hierro a Pruna, quello del Cote a Montellano e quello di Aguzaderas a El Coronil, completano l’Itinerario dei Castelli in queste terre serrane. 

Nella Sierra Sud troverai anche importanti vestigia del suo splendore romano, per esempio, a Casariche si trova un mosaico in perfetto stato di conservazione, conosciuto come il Giudizio di Paride e presso la località di Herrera un imperdibile Complesso Termale, unico nella provincia. 

Questo territorio acquistò molta fama alla fine dell’Ottocento grazie a José María ‘El Tempranillo’ il brigante più amato e, al contempo più temuto, della storia della Spagna, che stabilì proprio nella Sierra Sud il suo quartier generale. Vieni a paesi come Badolatosa e alla sua frazione Corcoya per percorrere l’Itinerario de El Tempranillo, nel quale conoscerai delle sue avventure e scoprirai i luoghi frequentati da questo eroe del romanticismo spagnolo.  

Fatti sorprendere dalla bellezza paesaggistica di questa parte della provincia di Siviglia. Ammira i meravigliosi scorci dai suoi numerosi belvedere e pratica sport all’aria aperta. Questi monti sono ideali per fare trekking, andare in bicicletta o montare a cavallo, e c’è chi preferisce perfino sorvolarli in parapendio. 

E se vuoi degustare la tradizione culinaria di questa terra, niente di meglio che assaggiare i suoi stufati tradizionali a base di cacciagione o la verdura dei suoi fertili orti. Altri ingredienti tipici sono le chacinas, olive da tavola, gli asparagi e l’olio extra vergine d’oliva. 

Da ultimo, vivi le feste dei paesi della Sierra Sud. Tra queste celebrazioni la Settimana Santa di Pasqua con le tradizionali fiere e i pellegrinaggi. Un’intera offerta turistica che farà del tuo viaggio un’esperienza unica. Vivi la Sierra Sud. 


Clima  

Il clima, mite e temperato, è classificato come Csa da Köppen e Geiger. Le precipitazioni medie sono di circa 708 mm l’anno, con dicembre, che generalmente, si presenta come il mese più piovoso. La temperatura media annuale è di 16,1°C. 

 
Come arrivarci

Per arrivare in auto ai comuni della Sierra Sud sivigliana, la miglior strada è la superstrada A-92 che offre l’accesso diretto ad alcuni paesi di questo comprensorio e collega con le strade statali di questa parte della provincia di Siviglia. 
In treno, la linea di Media Distanza che collega Siviglia e Malaga ferma nella stazione di Pedrera. Si può anche scendere alla stazione successiva, Fuente de Piedra, e cambiare treno prendendo quello che va a Cordova, che arriva alle stazioni di La Roda de Andalucía e di Casariche. 
Se scegli il pullman come mezzo di trasporto, dovrai prendere le linee che partono dalla stazione del Prado de San Sebastián a Siviglia. 


Come spostarsi

Questo territorio offre numerosi itinerari nella natura che potrai intraprendere a piedi, in bicicletta o a cavallo. Un’altra interessante e divertente alternativa è quella di passeggiare per le località della Sierra Sud mentre si scopre il suo patrimonio monumentale. 


Motivi per venirci

  • La Sierra Sud sivigliana è apprezzata per il suo paesaggio naturale. Per goderlo appieno esistono infinite attività sportive e di svago: trekking, mountain bike, percorsi a cavallo, parapendio, scalata e speleologia. 
  • Percorri la Via Verde della Sierra Sud, che segue il vecchio tracciato ferroviario, arriverai così alla Riserva Naturale del Peñón del Zaframagón, nel comune di Coripe, dove potrai ammirare i grifoni, rapaci appartenenti alla famiglia degli avvoltoi. Altri luoghi di interesse per conoscere la natura della Sierra Sud sono il Peñón de Algámitas, la Sierra de Esparteros a Morón de la Frontera e la Riserva Naturale Laguna del Gosque a Martín de la Jara, anche se ogni comune di questo territorio serba un fascino particolare. 
  • A Coripe potrai riposare all’ombra della quercia, conosciuta come el Chaparro de la Vega, che vanta oltre 700 anni di età ed è la più longeva della provincia sivigliana.
  • La Sierra Sud vanta anche un prezioso patrimonio storico come quello offerto dall’Itinerario del Tempranillo, che ripercorre i passi del brigante più famoso della Spagna, e dall’Itinerario dei Castelli, che ti farà addentrare nella storia medievale del territorio serrano. Uno dei meglio conservati è il Castello de las Aguzaderas, a El Coronil, che ogni estate accoglie un festival di flamenco molto popolare a livello nazionale.
  • Anche il flamenco, infatti, fa parte del sentire comune della gente della Sierra Sud sivigliana che, in estate, celebra i suoi tradizionali ritrovi di flamenco, tra cui spiccano il Festival di Cante Jondo di Casariche e Martín de la Jara, i Festival di Pedrera, Pruna e Marinaleda e quelli degli Artisti Non Consacrati di Montellano e ‘el Gazpacho Andaluz’ di Morón de la Frontera. 
  • Vivi la Settimana Santa della Sierra Sud, dichiarata in alcuni dei suoi paesi, di Interesse Turistico Nazionale come nel caso della Fiesta del Huerto, che si celebra la Domenica di Pasqua nei comuni di Villanueva de San Juan e Algámitas: si tratta di un evento che conclude la settimana di Passione con la ricreazione di un orto nel centro del paese. 
  • Altri appuntamenti da non perdersi sono la curiosa festa del ‘Día de los Tontos’ di Gilena, in cui i paesani si mascherano per celebrare il 28 dicembre, o gli eventi che festeggiano il passato romano della Sierra Sud, come il Romanorum Festum Ventippo di Casariche. 
  • Infine, ti invitiamo ad assaggiare i piatti tipici di questo territorio sivigliano, elaborati con prodotti della terra: stufati, ‘sopeaos’, ‘majaíllos’ di asparagi e squisiti salumi fatti in casa, sono solo alcune delle delizie culinarie della Sierra Sud. 


Cosa visitare

Il comprensorio della Sierra Sud vanta un importante eredità patrimoniale: del suo passato romano potrai apprezzare mosaici, terme e giacimenti archeologici nelle località di Casariche, Herrera e Gilena e, a Morón de la Frontera, presso il Museo della Calce, sono conservate le fornaci da calce romane.

Percorrendo l’Itinerario dei Castelli conoscerai l’importanza che questa zona sivigliana ebbe nella conquista cristiana, si possono ancora apprezzare i resti di quelle fortezze che fecero da frontiera tra l’Andalusia nasride e cristiana come il Castello di Morón de la Frontera, il Castello del Hierro di Pruna e il Castello di Cote a Montellano, per terminare con i due castelli di Coripe, anche se quello de las Aguzaderas presenta un miglior stato di conservazione. 

La maggior parte delle chiese e dei palazzi che si ergono nei paesi della Sierra Sud sono di stile barocco, l’epoca di maggior splendore della zona, annoveriamo la Chiesa del Dulce Nombre a Algámitas, quella di San Bartolomé a Aguadulce, quella di San Miguel a Lora de Estepa come pure le chiese di El Saucejo, a Villanueva de San Juan e de La Roda de Andalucía. Ricordiamo infine la Chiesa di San Miguel a Morón de la Frontera, conosciuta come ‘la Cattedrale della Sierra Sud’.

Altri posti interessanti li troverai nell’Itinerario del Tempranillo, dove potrai visitare le grotte in cui è vissuto il famoso brigante e la sua banda, come pure l’Eremo de la Fuensanta, presso Badolatosa. 

Ma il meglio della Sierra Sud è la sua natura, che merita qualche gita per i numerosi itinerari dei suoi paesaggi naturali: ammira, dai belvedere, le viste incredibili della provincia sivigliana e rilassati mentre respiri l’aria fresca della sierra. 


Luoghi da visitare

  1. Itinerario dei Castelli
  2. Itinerario del Tempranillo
  3. El Peñón di Algámitas
  4. Collezione Museografica Mosaico José Herrea Rodas (Casariche)
  5. Centro d’Interpretazione del Peñón de Zaframagón (Coripe)
  6. Via Verde della Sierra Sud
  7. Castello della Aguzaderas (El Coronil)
  8. La Fontana del Moro (El Saucejo)
  9. Complesso Termale di Herrera
  10. Museo della Ferrovia (La Roda de Andalucía)
  11. Riserva Naturale Laguna del Gosque (Martín de La Jara)
  12. Castello di Cote (Montellano)
  13. Sierra di San Pablo e i Tajos de Mogarejo (Montellano)
  14. Castello di Morón de la Frontera
  15. Museo della Calce (Morón de la Frontera)
  16. Chiesa di San Miguel (Morón de la Frontera)
  17. Fontana de la Higuera e Ruscello del Buho (Pedrera)
  18. Eremo del Cristo de la Sangre (Pedrera)
  19. Centro d’Interpretazione de las Huertas (Aguadulce)
  20. Chiesa di San Bartolomé (Aguadulce)
  21. Castello del Hierro (Pruna)
  22. Fontana del Molino Cegato (Pruna)
  23. Paesaggio Naturale del Ponte de los Seis Ojos (Villanueva de San Juan)


Ambiente

La Sierra Sur si trova al sudest della provincia sivigliana. Ha un paesaggio naturale di grande valore ambientale tra cui spiccano numerosi spazi naturali come la Riserva Naturale del Peñón de Zaframagón, la Via Verde della Sierra Sud, il Peñón de Algámitas, la sierra del Tablón,  de Esparteros e de Montellano bagnati dai fiumi che scorrono per loro terre: Corbones, Blanco e Genil.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.