Toros vista pájaro

Siviglia, bella e diversa

Il 5 ottobre 1862, un gruppo di artigiani di Écija, riuniti presso le Scuole di San Francisco, decisero di approvare un regolamento che avrebbe regolato un Circolo, battezzato con il nome di Società degli Artigiani e creando così il Circolo degli Artigiani.

La Biblioteca-Museo Mariano Carmen Coronada del Convento del Santo Ángel di Siviglia è stata creata con lo scopo di far conoscere la splendida Biblioteca del Convento il cui patrimonio è costituito da 8.000 volumi che vanno dal XVI secolo fino ai giorni nostri. Si tratta di uno dei gioielli occulti della città di Siviglia e fu inaugurata nel 2016.

In un pianeta occupato per due terzi da mari e oceani, la navigazione è sempre stata un ponte tra culture e ha contribuito alla conoscenza del nostro mondo.

Costruito sotto il regno di Felipe II, l'edificio dell'Archivio Generale delle Indie fu concepito da Juan de Herrera per essere utilizzato come Loggia dei Mercanti e completato nel 1646; gli incaricati dei lavori furono diversi prestigiosi architetti come Juan de Minjares, Alonso de Vandelvira e Miguel de Zumárraga, che alterarono alcune delle idee del progetto originale introducendo elementi i

La casa de las Columnas si trova nel centro del quartiere di Triana, precisamente in calle Pureza, di fronte all'abside della Chiesa Parrocchiale di Santa Ana, vicino al Castello di Altozano e San Jorge, al convento di Nuestra Señora de la Salud, a quello di San Jacinto e quello di Nuestra Señora de los Remedios.

L'Istituto Colombina, con sede a Siviglia, è il moderno ente amministrativo che gestisce la Biblioteca Capitolare, la Biblioteca Colombina, l'Archivio della Cattedrale di Siviglia, la Biblioteca Arcivescovile e l'Archivio Generale dell'Arcivescovo. La Biblioteca Colombina si trova nell'estremità occidentale del Patio de los Naranjos della Cattedrale di Siviglia.

Magnifico edificio del XVIII secolo, in stile regionalista con tocchi neoclassici. Venne catalogato come Bene di Interesse Culturale il 5 luglio del 2005 secondo il Decreto 162/2005, del 5 luglio. Spiccano il patio neomudéjar, la cappella e la biblioteca.