Cañada Rosal Fiesta de los Huevos Pintados

Siviglia ti fa innamorare

Attualmente diroccato, consta di navata unica ed è privo del tetto. La cappella maggiore è dotata di volta del transetto ortogonale, di pianta trapezoidale. Sul lato dedicato al vangelo situato nella zona antistante il presbiterio, si notano un arco trionfale a sesto acuto e un arco a mezzo punto con archivolto riccamente decorato. È presente anche una nicchia con arco ribassato.

Edificio barocco del XVII secolo fatto costruire da Álvaro de Castilla nel 1614 come convento e ospedale, comunicante con una chiesa addossata. 

Sulla strada López de Ayala è situato l'Hospital de los Milagros, noto anche come "hospitalito" (lett. ospedaletto).

Nel 1531, il IV Conte di Ureña consegnò l’antico eremo di San Sebastián e l'annesso ospedale ai frati dell’Ordine dei Predicatori affinché fondassero il loro convento. Sembrerebbe che il Conte abbia fatto mettere per iscritto che l’eremo non venisse demolito bensì incorporato nella nuova Chiesa. La sua costruzione definitiva risale al 7 marzo 1547.

Costruita come antico eremo dedicato a Nuestra Señora de Gracia nel XVI secolo. Ospitò quindi l’Ordine Agostiniano fino al trasferimento nell’attuale convento di Sant’Agostino, verso il 1616. Verso il 1670 e fino al 1780 l’edificio è stato la sede della scuola femminile. Retta dalle Beate Educande di Santa Isabel.

Si trova in quella che oggi è una strada centrale del paese, e che anticamente era nota come Calle de San Benito.

Piccolo eremo situato fuori dal paese dove nel XV secolo esisteva una comunità Francescana di cui rimangono pochissimi dati. La sua ubicazione fece sì che nel 1601 si installasse un ospedale in tale cappella a causa di un’epidemia.