Mantecados

Siviglia, bella e diversa

Siviglia e la sua provincia sono note per essere uno dei territori più caldi dell’Andalusia, soprattutto con i picchi che si raggiungono nella stagione estiva.

La Rivera de Cala è il principale affluente della Rivera de Huelva, dove sfocia nella circoscrizione di Guillena, dopo avere versato le sue acque nei bacini di Cala e Castilblanco de los Arroyos. Nasce al confine tra i comuni de Arroyomolinos de León y Cala, a Huelva, e quello di Monesterio, a Badajoz, ed entra nella provincia di Siviglia attraverso El Real de la Jara.

La Rivera de Guaditoca è un piccolo ruscello che nasce a Guadalcanal vicino all'omonimo eremo e scorre verso nord fino a sboccare nel fiume Sotillo che delimita la provincia di Badajoz. Il percorso è di 20 km ed è di carattere stagionale; nei periodi di siccità resta prosciugato.

Il Rivera de Benalija è un piccolo ruscello che scorre a nord del Parco Naturale Sierra Norte, lungo il limite sud-est del territorio di Alanís, e che sfocia in uno degli affluenti del bacino del Pintado. È di carattere stagionale e in anni poco piovosi è soggetto a prosciugarsi.

Il Rivera del Huérzar è uno dei tre grandi fiumi della Sierra Morena sivigliana, insieme al Viar e al Retortillo. Come tutti gli affluenti del margine destro del Guadalquivir, nel quale sfocia a Tocina, si tratta di un fiume dal corso breve, con tracciato sinuoso e notevoli dislivelli.

Il fiume Rivera de Huelva nasce a Badajoz, attraversa la provincia di Huelva ed entra in quella di Siviglia in provenienza dalla Sierra de Aracena. A Siviglia scorre tra i comuni di El Castillo de las Guardas e El Ronquillo, oltre che tra Guillena e La Algaba, dove sbocca sulla sponda destra del Guadalquivir.

Usciremo da Cazalla de la Sierra e quando si arriva all'uscita dal paese prenderemo la A455 in direzione della stazione ferroviaria e Constantina. Dopo una discesa di circa 8 km per la A455 si arriva alla stazione ferroviaria di Cazalla/Constantina; attraversiamo i binari del treno e dopo circa 200 metri arriviamo a un incrocio in cui si bisogna girare a destra in direzione Constantina.