Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Casa Palazzo de los Pinelos

587
0

La Casa de los Pinelos fu costruita nel primo terzo del XVI secolo dal Canonico della Cattedrale Diego Pinelo, discendente di ricchi mercanti genovesi stabilitisi a Siviglia. 

Questo edificio risponde al modello di una casa-palazzo medievale arricchito da elementi rinascimentali e, soprattutto, elementi mudéjar, che si ripetono anche in altri fabbricati sivigliani dello stesso periodo come la Casa de Pilatos o il Palacio de las Dueñas. Si articola attorno a quattro spazi aperti: il cortile di sosta, il patio d'onore, attorno al quale sono disposti i saloni e le stanze principali della casa, il giardino sul retro, che presenta, come i primi due, loggiati, fontane e altre decorazioni e un quarto patio più semplice e più piccolo.

La facciata principale è costituita da due piani sovrastati da un belvedere con parapetto in stile gotico e archi semicircolari su colonne. La facciata è strutturata in due corpi, quello inferiore in muratura, presenta una semplice piattabanda a cunei, a ricordo della facciata originaria, su cui poggia il secondo corpo, formato da un balcone con parapetto in ferro battuto, campata rettangolare e copertura in marmo.

Degna di nota è anche la sua Biblioteca, dove spiccano il soffitto a cassettoni mudéjar e la Sala delle Assemblee, una stanza rettangolare di buone dimensioni con un magnifico soffitto.

Attualmente ospita la Real Academia de Buenas Letras e la Real Academia de Bellas Artes di Siviglia le cui origini vanno ricercate nell'Accademia di Pittura creata da Bartolomé Esteban Murillo, Francisco de Herrera el Mozo, Juan de Valdés Leal e altri artisti dell'epoca presso la Loggia di Siviglia per promuovere l'insegnamento delle belle arti.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.