Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Nuestra Señora de Consolación

102
3

Questa chiesa formava parte dell’antico convento dei Terzi Francescani, un ampio edificio che dopo la confisca di Mendizábal diventò, prima caserma e nel 1952 Collegio dei Padri Scolopi.

L’antico convento, al quale in seguito si aggiunse l’immobile attiguo prima palazzo della potente famiglia Ponce de León, duchi di Arcos e di Osuna, ha subito diverse trasformazioni a seconda degli usi; la chiesa ha invece conservato l’uso per la quale fu concepita originariamente. Oggi è considerata Parrocchia.

La costruzione della chiesa avvenne nel XVI secolo; possiamo osservare restauri barocchi realizzati nel XVII e XVIII secolo. L’interno presenta tre navata separate da pilastri e con volte a botte, mentre la cappella maggiore presenta una volta semisferica che appoggia su pennacchi. È probabile che la chiesa fosse stata progettata originariamente con una sezione in più, come dimostrano le colonne seminascoste dal muro che chiude la chiesa sulla parte anteriore. 

Nel presbiterio troviamo un retablo maggiore con colonne salomoniche, opera conclusa nel 1702 da Pedro García de Acuña, e realizzata originariamente per il convento di El Calvario. La nicchia centrale è affiancata da stipiti, elementi che si ripetono nell'attico. Il retablo è presieduto da un’immagine della Madonna della Consolazione, patrona della località e la cui processione si svolge l’8 settembre.

Orario

L, MAR, MER, V, S (tranne giovedì): 19:00 - 21:00 (Culto 20:00)
Domenica: 11:30 - 13:30 (Culto 12:00) e 19:00 - 21:00 (Culto 20:00)

 
 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.