Semana Santa Pruna

Siviglia ti fa innamorare

Costruita nel 1541, quando Juan Téllez Girón fonda il convento francescano del Corpus Domini, oggi in buona parte conservato.

Questa costruzione rettangolare è provvista di 3 cannelle attraverso le quali scorre l'acqua che defluisce in una pila. A circa 1700 metri dal paese, e sulla via omonima, si trova questa costruzione rettangolare che guarda verso Paradas.

Risalente all’Età del Bronzo Finale-Orientalizzante, il Castello di Aznalcóllar raggiunse il massimo splendore in epoca romana e islamica.

Il Castello di Aznalcóllar fu una fortezza musulmana prima della Riconquista di Siviglia nel 1274 ad opera di Ferdinando III.

Per molti secoli è stata l'unica fonte del paese. Il suo passato è remoto e le sue proprietà curative erano note già in epoca romana.

Questa fonte è un illustre esempio del barocco civile andaluso. Il complesso è costituito da due edifici datati 1773 e 1789, due pozzi medievali e un serbatoio.

Giacimento archeologico di origine iberica, con molti resti di epoca romana. La sorgente in sé diventò il catalizzatore della comparsa degli insediamenti e della loro durata nel tempo. Sotto terra vi sono alcune gallerie di raccolta dell’acqua che viene convogliata fino ad un bacino, anch’esso interno, dal quale l’acqua si riversa lungo il pendio del terreno fino alla sorgente.

L’Alcázar della Puerta de Sevilla si trova nella Plaza de Blas Infante. L’Alcázar si erge sopra la Puerta de Sevilla, formando così un complesso difensivo praticamente inespugnabile.

Questa fortezza, le cui origini si confondono con quelle della città stessa, risale all’epoca araba, dato che difendeva l’asse nord-sud con destinazione a Siviglia e rafforzava la linea difensiva della cosiddetta “Cora de Firrish”, nonostante sembri provato che si erge sui resti di un castrum romano precedente e probabilmente su altre strutture militari costruite sfruttando il dominio che la co