Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Palazzo Las Dueñas

980
0

Costruito tra i secoli XV e il XVI, il Palacio de las Dueñas prende il nome dallo scomparso monastero di Santa María de las Dueñas situato sul terreno confinante e demolito nel 1868. L'origine fu la casa-palazzo dei Pineda, signori di Casa Bermeja appartenenti a uno dei lignaggi della nobiltà di Siviglia. 

Posteriormente il Palazzo fu ereditato da Fernando Enríquez de Ribera, marchese di Villanueva del Río e padre di Antonia Enríquez de Ribera, che nel 1612 contrasse matrimonio con Fernando Álvarez de Toledo, futuro VI Duca d'Alba. A partire da questa data il palazzo divenne di proprietà della Casa de Alba. Nel XIX secolo, Dueñas fu convertita in casa residenziale, con saloni suddivisi con pannelli, mentre il soffitto a cassettoni venne ricoperto con controsoffitti. Curiosamente, uno degli inquilini e amministratore del Palazzo fu Antonio Machado Álvarez, circostanza che favorì la nascita di uno dei più grandi poeti spagnoli, Antonio Machado, nel 1875.

Nel XX secolo, Jacobo Fitz-James, Stuart e Falcó (1878-1953) - XVII Duca d'Alba, accademico della lingua e ambasciatore di Spagna, convertì Las Dueñas in luogo di incontro dei membri delle dinastie europee e di varie personalità del mondo della cultura, della politica e dell'arte internazionale. In quel periodo la corte principale venne trasformata in giardino e vennero ripristinate le dimensioni delle sue navate a misura di palazzo.

La figlia Cayetana, XVIII Duchessa d'Alba, dedicherà particolare attenzione ai giardini del Palazzo Las Dueñas, proseguendo l'opera del padre e facendogli acquisire lo splendore paesaggistico attualmente apprezzato dai visitatori, ora ammessi grazie alla recente riapertura al pubblico a opera dell'attuale Duca d'Alba, Carlos Fitz-James Stuart.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.