Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Centro di interpretazione Judería de Sevilla

677
0

Il Centro di interpretazione Judería de Sevilla è situato nel centro del quartiere denominato Barrio de Santa Cruz e costituisce il punto di partenza degli itinerari che percorrono questo autentico labirinto urbano, in una visita dell’ex-quartiere ebraico.

I 1700 anni di storia degli ebrei spagnoli, il popolo sefardita, narrano di prosperità economica, ricchezza culturale e persecuzione. Il quartiere ebraico di Siviglia fu quello di maggiori dimensioni dell’Andalusia durante il Medio Evo e il secondo per importanza durante il Regno di Castiglia.

Nel centro di interpretazione è possibile visitare una mostra in cui si espone la vita degli ebrei che vissero nel quartiere e delle trasformazioni che vi si verificarono a partire dal Medio Evo fino ai nostri giorni.  Racconta anche dell’intimità delle persone che vi abitarono e di chi dovette abbandonare questa terra, delle donne e della Diaspora, della loro cultura, degli usi e costumi, delle loro canzoni, filastrocche e fiabe.

L’esposizione permanente permette di apprezzare moltissimi manoscritti attraverso i quali si ripercorrono le epoche dell’Inquisizione, attraverso i quali si accede anche a leggende su personaggi e luoghi del quartiere ebraico. Qui è esposto anche il simbolico dipinto dell’”Espulsione degli ebrei da Siviglia” di Joaquín Turina y Areal.

La collezione di suppellettili del Centro di interpretazione della Judería offre un’ulteriore opportunità di percorso figurato lungo la storia della presenza ebraica in città. Una visita guidata dell’antico quartiere ebraico, che comprende un ampio programma di attività culturali e didattiche quali “I sapori della Judería”, concerti, “Viaggi nel tempo”, “Leggende e misteri della Judería”, sarà il giusto coronamento di un’escursione indubbiamente ricca di stimoli.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.