Écija Palacio Peñaflor

Siviglia ti fa innamorare

Data la distanza che intercorre tra l'Eremo di Guaditoca e il paese, è necessario includerne la visita come itinerario a sé stante. Per farlo partiamo dalla zona nord, passando per l'eremo Cristo de la Salud.

L'itinerario inizia e finisce nel comune di El Pedroso e attraversa la curiosa area di affioramenti granitici che in zona viene soprannominata "montonás". All'inizio osserveremo un frantoio sulla destra rivolto verso i ruderi di antiche cave di granito.

Ci addentreremo in un ambiente collinare che offre in alcuni punti vasti scorci panoramici sulle praterie a cui allude il nome di questo itinerario. Vi si trovano frutteti che si alternano a orti e torrenti costeggiati da vegetazione fluviale.

L'itinerario si snoda lungo un sentiero nei dintorni urbani di Alanís, che circonda il Cerro del Cura, disegnando un percorso circolare. Dalla città, bisogna cercare l'inizio della strada per Guadalcanal e proseguire per 300 metri fino a quando non si vede il sentiero sulla destra.

L'itinerario comincia con una strada sterrata in terra battuta accanto alla sottostazione elettrica situata al km 34,9 dell'autostrada A-351 che collega Osuna ed El Saucejo, molto vicino al centro urbano di Osuna.

L'itinerario parte dal campo di calcio del comune di La Roda de Andalucía. Lasciandolo lo stadio a destra, prendiamo un sentiero di sabbia battuta lungo il quale, dopo soli 300 metri arriveremo al ponte sul torrente Salinoso.

Questo sentiero è una chiara esemplificazione delle conseguenze dell'attività mineraria sull'ambiente. Cominciamo l'itinerario dalla fine di Calle Levante, nel comune di Aznalcóllar, dove troveremo dei ripetitori e i primi cartelli bianchi e gialli che ci accompagneranno per gran parte del percorso.