Romería

Cultura

Arte, sentimento e tradizione

Carnevale di Fuentes de Andalucía

558
3

Festa dichiarata di Interesse Turistico dell’Andalusia.

Fuentes de Andalucía ha voluto tornare al carnevale tipico di questa località, dimenticando tutte le influenze esterne e scegliendo l’unico carnevale della provincia e della comunità che unisce caratteristiche risalenti agli inizi del secolo XX e mantenute nonostante la censura della dittatura franchista.

Il Carnevale di Fuentes de Andalucía inizia alla fine della settimana precedente la Quaresima con il cosiddetto "Giovedì grasso", quando le famiglie si riuniscono per mangiare e passare assieme la giornata. La figura più caratteristica di questa festa è la "máscara", un travestimento che consiste nel deformare l’aspetto affinché nessuno possa riconoscerlo, sfigurando il corpo con grossi cuscini e vestiti vecchi, e anche cambiando la voce usando il falsetto per ottenere l’anonimato totale.

Un’altra particolarità del Carnevale è l’esibizione delle "murgas", gruppi di residenti che, accompagnati da una grancassa e un tamburo, cantando “coplas”1 che descrivono gli eventi più importanti verificatisi nella località durante l’anno.

Il dolce tipico di queste feste è l’"entornao", preparato con farina, acqua, sesamo, zucchero, cannella e peperone macinato, ingrediente che dà un caratteristico colore arancione.

Il Carnevale di Fuentes de Andalucía si identifica totalmente con "la calle Carrera", una delle arterie principali della città di Fuentes de Andalucía, dove si svolge la maggior parte delle attività programmate per celebrarlo e dove le “máscaras” passeggiano vestite di stracci e declamando con la voce il falsetto. È uno scenario all’aria aperta dove tutti sono invitati.

I vari studi realizzati sul Carnevale di Fuentes de Andalucía ne certificano l’esistenza già consolidata nella forma tradizionale dagli inizi del secolo XX. La festa si conclude nel “Domingo de la Piñata”con il rogo dell’”Entornao”2.

  1. Forma poetica della musica folcloristica spagnola che serve come testo per le canzoni popolari.
  2. Letteralmente “Domenica della Pignatta”, ultimo giorno del Carnevale locale, quando viene bruciata una figura di grandi dimensioni che rappresenta il dolce tipico autoctono.
Data
Final de Febrero-principios de marzo

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.