Mantecados

Siviglia, bella e diversa

Massimo esponente dell'architettura religiosa di Carmona nonché l'edificio più grande.

L’antica moschea almohade venne demolita nel 1424 per edificare il tempio cristiano, la cui prima fase venne terminata nel 1518. Di questa si conserva il patio delle abluzioni.

Francisco Carrera Iglesias, noto con il soprannome di Paquili, è un artigiano del ricamo di Siviglia, iscritto al Registro degli Artigiani del Consiglio di Andalusia fin dal 1991. Da 40 anni a questa parte disegna e sviluppa ricami artigianali nel proprio laboratorio in cui si utilizzano varie tecniche.

La chiesa di San Michele è uno dei templi più rilevanti della provincia. Nelle sale superiori è esposto un prezioso tesoro artistico a testimonianza dell'importanza storica del luogo. Questo piccolo museo è costituito dalla collezione di tessuti ricamati in oro di epoche diverse, il corredo della Patrona, documenti e immagini sacre, oltre a pannelli esplicativi sulla storia dell'edificio.

Si trova in quella che fu l'antica sacrestia della collegiata. Spicca la collezione di opere di Ribera realizzate per il Duca di Osuna tra il 1616 e il 1617. In alcune vetrine della sala sono esposti diversi libri corali con miniature rinascimentali di splendida fattura e dai colori brillanti. 

Situato nel Monastero dell’Incarnazione, già delle Madri Mercedarie, custodisce numerosi pezzi di grande valore storico e artistico utilizzati dalla confraternita per il culto delle immagini titolari, il Cristo della Vera Cruz e la Vergine del Mayor Dolor. Questi pezzi vanno dall’oreficeria più suntuosa ai tessili bordati più delicati.