Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa e Convento di Santa Clara

464
2

I marchesi di Estepa fondarono il convento nel 1599, anno in cui entrò in clausura una delle loro figlie. 

L’edificio fu fondato più tardi, nel 1621; all’interno distinguiamo i dipinti murali del secolo XVII e la pala d’altare maggiore, di stile barocco-salomonico. Seguendo lo schema conventuale, ha un’unica navata coperta con volta a semibotte e cupola emisferica nell’antipresbiterio. 

Ha due accessi dall’esterno: uno dalla strada e l’altro dal patio del convento. Nel primo troviamo una rappresentazione di Santa Clara, accompagnata dall’araldica del marchesato di Estepa e dei Fernández de Córdoba, nonché uno appartenente all’ordine francescano nella parte superiore.

Per quanto riguarda il convento, a volte vi sono parti visitabili, come gli antichi dormitori o la cucina e la sala con bracieri (volte incrociate).

Le clarisse, oltre a dedicarsi alla contemplazione, preparano dolci squisiti e non si potrebbe distinguerne nessuno perché sono tutti speciali: i tocinillos1, il bienmesabe2, la cuajada3 alle mandorle, le crucetas… e moltissimi altri che consigliamo di assaggiare

  1. Dessert tipico dell’Andalusia elaborato a base di tuorlo d'uovo caramellato e zucchero. 
  2. Dolce tipico andaluso di probabile origine araba a base di zucchero, mandorle, uova, sciroppo di cedro, biscotti e cannella
  3. Alimento derivato dal latte di pecora che ha una consistenza simile a quella dello yogurt.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.