Pinares de Doñana

Spazi naturali

Più di trecento paraggi e riserve naturali

Parco della Muela

268
3

Il Parco della Muela, con una superficie di circa 30 ettari, si trova ad est della città, nella falda di una delle zone archeologiche più importanti della zona nota come la Tablada. Le origini del parco risalgono agli inizi degli anni ‘80. In concreto, nel 1983 sono state realizzate diverse iniziative di ristrutturazione del sito ad uso pubblico, nonché le prime piantagioni di alberi e i percorsi che ne formano la struttura. 

Negli anni seguenti lo spazio ha continuato a trasformarsi con l’installazione di snack bar, panche, cestini dei rifiuti, ponti o scalinate in legno. 

Attualmente il Parco della Muela è uno spazio di grande ricchezza faunistica (lepri, talpe, rane, raganelle comuni, natrici viperine, cardellini, passeri, rondini, passeri cantori, gufi, gheppi, albanelle minori, numerosi insetti, ecc.) e floristica (carrubi, mandorli, pioppi, querce, ficus, fichi, jacaranda, mimose, olmi, palmeti, pini neri e pini d’Aleppo, ginestra, etc.). Facilmente accessibile, è diventato un’ampia area verde protetta con una grande estensione di strade e percorsi segnalati, nonché un piccolo affluente di acqua con un grande potenziale come area ricreativa, sportiva, pedagogica, culturale, etnologica o di patrimonio comune.

Territorio
Categoria
Spazi ricreativi
Superficie
30.00 Ha

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.