La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Regione Guadalquivir-Doñana

464
0

Questa regione ha come protagonisti 24 paesi, attraverso i quali scorre il Fiume Grande dell’Andalusia. Potrai ammirare un paesaggio di contrasti suddiviso in due grandi zone, la Vega (“la fertile pianura”) e las Marismas (“le maremme”) del Basso Guadalquivir, entrambe di incalcolabile ricchezza e bellezza naturale.

Goditi tramonti da sogno sulle rive del Guadalquivir e le sue straordinarie maremme, che sono la porta del Parco Nazionale di Doñana. Assapora il meglio che la terra bagnata da questo fiume ha da offrire, le arance della pianura e le risaie delle maremme. Percorri l’Itinerario del Riso e degusterai squisiti piatti preparati con questo prodotto delle maremme. Oppure assaggia il cefalo, la carpa e gli altri pesci che ti offre il Guadalquivir.

Visita l'eredità storica delle grandi civiltà che popolarono questa fertile regione fluviale. Solo allora comprenderai i costumi e le tradizioni della sua gente. Segnata da una grande devozione mariana, che si manifesta nelle romerías (“pellegrinaggi”) centenari e l’annuale pellegrinaggio all'eremo di El Rocío.

Scopri le località sivigliane che fanno parte dell’Itinerario dell'Ordine dei Cavalieri di Malta, con importanti monumenti e opere medievali. E vivi il carisma di questa terra che ispirò Blas Infante, il padre della patria andalusa.


Clima  

Il clima di questa regione è mite e temperato, di tipo mediterraneo. Gli inverni sono relativamente umidi e le estati secche, con tre mesi di aridità nel periodo estivo. 


Come arrivare 

La autostrada del Sud, la A-4, scorre nella provincia di Siviglia per la pianura e la zona del Basso Guadalquivir. Questa, a sua volta, si collega alle varie strade che ti condurranno fino ai municipi di entrambe le aree.
Ad ogni modo, per raggiungere le località prossime alle maremme, devi arrivare a Siviglia città e transitare per la strada A-5058 parallela al fiume Guadalquivir. 

Se provieni da Huelva, sulla autostrada A-49 troverai varie uscite per i paesi delle maremme, senza dover arrivare fino al capoluogo andaluso. 

Se viaggi in treno, la linea C1 dei Treni a breve percorrenza “Cercanías” Renfe Siviglia ferma nelle località di Lora del Río, Brenes, La Rinconada, Dos Hermanas, Las Cabezas de San Juan e Lebrija.

Quanto all’autobus, il Consorzio dei Trasporti Metropolitano di Siviglia mette a tua disposizione varie linee per viaggiare in queste tre zone della provincia. 


Come muoversi

Pratica trekking nei dintorni del Guadalquivir, oppure percorri i vari itinerari in bicicletta o a cavallo. Potrai anche navigare per il fiume con una barca, una attività offerta dai paesi di Gelves e Coria del Río, tra gli altri. 

E se ti piace lo sport, il canottaggio nel Guadalquivir è uno sport ampiamente praticato in questa regione sivigliana. 


Perché visitarla

  • La bellezza delle terre bagnate dal Guadalquivir e il suo paesaggio di contrasti renderanno il tuo viaggio un ricordo indimenticabile. Ammira i meravigliosi tramonti che ti offre il Fiume Grande dell’Andalusia, mentre ti rilassi o pratichi la pesca. Lasciati stupide dalla magnificenza delle maremme e dalle loro coltivazioni di riso. Percorri il Parco Nazionale di Doñana, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dalla UNECO. E osserva le varie specie di uccelli nella Cañada de los Pájaros, nel Complesso Endorreico di Lebrija-Las Cabezas e nelle zone umide di Los Palacios y Villafranca.
  • Assapora la variegata gastronomia della regione Guadalquivir-Doñana, dai numerosi piatti dell’Itinerario del Riso alle innovazioni culinarie, con la arancia come protagonista. Prova anche lo squisito Pomodoro di Los Palacios e i pesci di fiume, per esempio nella Festa del Cefalo di Coria. 
  • Percorri l’Itinerario dell’Ordine dei Cavalieri di Malta per conoscere la storia di alcuni paesi della pianura del Guadalquivir. Contempla le case signorili e le haciendas centenarie di questa terra fluviale. Visita le rovine delle antiche città romane, come Celti a Peñaflor e Mulva-Munigua a Villanueva del Río y Minas. O passeggia per la località fondata dal re Alfonso XIII a Isla Mayor, in cui convivono famiglie di diverse zone della Spagna.
  • Vivi le feste e le tradizioni della sua gente, come il passaggio dei carri nel Guado del Quema ad Aznalcázar e l’incontro delle fratellanze di El Rocío a Villamanrique de la Condesa. Senti la devozione mariana di questa regione nei centenari pellegrinaggi dichiarati di Interesse Turistico Nazionale. È il caso del Pellegrinaggio di Valme a Dos Hermanas, quello del Convento a Villanueva del Río e quello di Setefilla a Lora del Río. 
  • Se sei un appassionato di tauromachia, ti affascinerà la Piazza dei Tori di Cantillana, che ha un secolo di storia. Inoltre, a settembre, si svolge la Festa dei Tori della Algaba, in cui vi è il tradizionale “rilascio delle vitelle”. E per vedere da vicino il toro bravo, dovrai andare a Lora del Río, dove vi è la tenuta con i tori da combattimento più famosi del mondo, i Miura.
  • Se invece vuoi fare sport, questa regione ti offre molteplici attività. Dal trekking lungo i percorsi nella natura, agli itinerari in bicicletta o a cavallo. Potrai anche praticare canottaggio nel fiume Guadalquivir, oppure pescare qualche cefalo o carpa. A Gelves c’è il principale porto turistico fluviale dell’Europa meridionale. 
  • Oppure, iscriviti alle maratone popolari che si svolgono ogni anno nei vari borghi. Per esempio, il Gran Premio di Atletismo ad Alcolea del Río, il Duathlon Cross a Las Cabezas de San Juan e la Mezza Maratona Internazionale di Los Palacios y Villafranca.
  • Anche il flamenco si potrà apprezzare da vicino in questa regione e in qualsiasi periodo dell’anno. Non perderti la Zambombá Flamenca di Natale a Las Cabezas de San Juan, il Festival Flamenco Juan Talega di Dos Hermanas o il Festival di Cante Jondo La Naranja a Brenes. 


Cosa visitare 

Nella regione del Guadalquivir-Doñana scoprirai un prezioso patrimonio storico ereditato dalle grandi civiltà che attraversarono il Fiume Grande dell’Andalusia. Dal passato più remoto, troverai utensili in ceramica nel Museo Archeologico e Paleontologico di La Rinconada. E dall’epoca romana, ti sorprenderà passeggiare per le strade della antica città Mulva-Munigua, situata nel territorio del Comune di Villanueva del Río y Minas.

L'architettura di Al-Andalus è ancora presente nel quartiere della Morería di Peñaflor. Un paese che, dopo la conquista cristiana, onora i suoi due santi martiri con una cappella, costruita nella grotta in cui, secondo la leggenda, sbocciava un fiore. Da qui il nome di questa località. Amerai anche la leggenda della località di Dos Hermanas, strettamente legata alla grotta in cui è custodita l'immagine di Sant’Anna.

Per conoscere la storia medievale di questa regione, si consiglia l’Itinerario dei Cavalieri dell'Ordine di Malta. Visiterai, così, i conventi e i palazzetti di Lora del Río, edificati da questa congregazione religiosa. Come anche la Chiesa di San Vincenzo Martire a Tocina-Los Rosales.

Tuttavia, se vuoi conoscere l'origine della nostra comunità autonoma, devi andare a Coria del Río. Lì c'è la Casa di Blas Infante, il padre della patria andalusa, e il Museo dell'Autonomia dell'Andalusia.

Quanto al turismo industriale, a Villanueva del Río y Minas si conserva il quartiere dei minatori e il pozzo Nº 5 da cui si estraeva il carbone. Vale la pena conoscere questo duro lavoro, che per secoli è stato il motore economico della località.

Un altro luogo interessante è Poblado de Alfonso XIII, a Isla Mayor, una località che porta il nome del re che la inaugurò nel 1924, per dare una residenza ai tanti spagnoli giunti in questa terra in cerca di lavoro nelle risaie delle maremme.

Questi sono solo alcuni dei tesori della regione. Ce ne sono molti altri, vieni e scoprili.


Luoghi da visitare

  1. Diga, Centrale Idroelettrica e Giardini di Winthuysen (Alcalá del Río)
  2. Parco Nazionale di Doñana
  3. Porto Turistico Fluviale di Gelves
  4. Itinerario dell'Ordine dei Cavalieri di Malta
  5. Itinerario del Riso
  6. La Cañada de los Pájaros (La Puebla del Río)
  7. Complesso Endorreico di Lebriija-Las Cabezas de San Juan
  8. Casa di Blas Infante (Coria del Río)
  9. Museo dell’Autonomia dell’Andalusia (Coria del Río)
  10. Poblado Alfonso XIII (Isla Mayor)
  11. Piazza dei Tori e Scuola Taurina di La Algaba
  12. Museo Archeologico e Paleontologico (La Rinconada)
  13. Parco Tecnologico Aerospaziale Aeropolis (La Rinconada)
  14. Eremo della Madonna di Setefilla (Lora del Río)
  15. Complesso Archeologico Romano Mulva-Munigua (Villanueva del Río y Minas)
  16. Le “Miniere della Riunione” e Pozzo Nº5 (Villanueva del Río y Minas)
  17. Chiesa di San Pietro Apostolo (Peñaflor)
  18. Eremo dei Santi Martiri (Peñaflor)
  19. Eremo del Presepe (Pilas)
  20. Eremo Nostra Signora di Valme (Dos Hermanas)
  21. Cappella di Sant’Anna, patrona, e grotta in cui la trovarono (Dos Hermanas)
  22. Parco periurbano ‘La Corchuela’ (Dos Hermanas)


Ambiente circostante

Il fiume Guadalquivir, nel suo passaggio per la provincia di Siviglia, suddivide la regione in due grandi zone, la Vega (“la fertile pianura”) e las Marismas (“le maremme”) del Basso Guadalquivir. Le terre della pianura si caratterizzano per le coltivazioni di frutteti, oliveti e cereali, mentre nella parte bassa del fiume predominano gli orti e, nelle maremme, le risaie. 

Questo paesaggio di contrasti permette una grande diversità di flora e fauna lungo il corso del Fiume Grande dell’Andalusia. Come potrai verificare nella parte sivigliana del Parco Naturale di Doñana, nel Complesso Endorreico di Lebrija-Las Cabezas o nelle zone umide di Los Palacios y Villafranca.

Le località che fanno parte della pianura del Guadalquivir sono Alcalá del Río, Alcolea del Río, Cantillana, El Cuervo, La Algaba, Lora del Río, La Rinconada, Brenes, Burguillos, Tocina - Los Rosales, Peñaflor, Villaverde del Río e Villanueva del Río y Minas.

D’altro canto, l'area delle maremme e del Basso Guadalquivir è composta dai comuni di Aznalcázar, Coria del Río, Gelves, Isla Mayor, Villamanrique de la Condesa, Dos Hermanas, Los Palacios y Villafranca, La Puebla del Río, Pilas, Las Cabezas de San Juan e Lebrija.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.